Guardate un po’ cosa succede alla Fluorsid in Sardegna, in una comune giornata di vento maestrale.
Dopo il recente ordine del Ministero dell’Ambiente impartito ai vertici della società per rimuovere i cumuli di materiali pericolosi e metterli in sicurezza, la situazione si presenta ancora esattamente come vedrete voi stessi in questo video.

POLVERI AL VENTO: Cumuli di polveri di fluorite, metalli pesanti e composti chimici pericolosi, sono erosi dalla forza del vento che LE TRASPORTA IN TUTTE LE ZONE CIRCOSTANTI e NEI CENTRI ABITATI. Le tracce delle polveri sono davvero ovunque: a terra, ma anche vicinissime al corso d’acqua che serve i terreni limitrofi. In tutto, tre siti in cui sono ammassate le polveri: quello sotto sequestro, ma anche un secondo del tutto abbandonato e quello in cui avviene la produzione.

Per anni UNA SOLA CENTRALINA predisposta per il rilevamento della qualità dell’aria… e nemmeno sempre in funzione per via dei cali di corrente. Ora l’annuncio dell’Arpas che dai primi giorni di luglio 2017 ne avrebbe predisposta una seconda. In passato, nel 2014, proprio dai vertici dell’Autorità arrivò una dichiarazione riguardante il superamento di alcune soglie di allarme per alcuni parametri. Motivo di quei valori “strani”? “Il contributo di fonti naturali dovute a trasporto di polveri sahariane”…!
Al di là delle ovvie considerazioni e del buon senso che dovrebbe spingere tutti – nessuno escluso – a una legittima indignazione, le domande da porre ai soliti noti di via Roma, a CHI HA PERMESSO che IN SILENZIO tutto questo avvenisse, e agli amici degli amici sono poche ma chiare: PER QUANTI ANNI i cittadini sardi hanno dovuto RESPIRARE QUESTE POLVERI e con quali e quanti effetti? Per quanto tempo ancora chi ha inquinato la nostra bellissima Isola crede che dobbiamo continuare a sopportare questo scempio?
Ci sono le domande, e ci sono le azioni da intraprendere.
Personalmente ho già richiesto all’Arpas tutte le documentazioni relative allo stato dei controlli e ai dati sugli inquinanti della zona. Il dossier è al momento in fase di studio e vi ho già dato su questa pagina alcune anticipazioni. Continuerò a tenervi informati.

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *