14572852_689147994580860_250997520336222020_nANCORA UN GRAVE DANNO PER L’ISOLA DE LA MADDALENA! ORA AD ESSERE IN PERICOLO E’ LA FLORA MARINA PER LA COSTRUZIONE DI UNA NUOVA STRUTTURA MILITARE. HO SOLLECITATO LA COMMISSIONE EUROPEA A INTERVENIRE PER FERMARE QUESTO SCEMPIO

In arrivo l’ennesimo colpo alla nostra bellissima isola de La Maddalena. Il territorio, già assoggettato a servitù militari che si protrarranno ancora almeno fino al 2019, adesso viene di nuovo sconvolto dalla decisione di ampliare il pontile di attracco che dovrà in futuro ospitare la portaerei Cavour, a sud dell’Isola. L’impatto che la creazione di questa infrastruttura avrà sull’ambiente e sulla flora marina è devastante: 780 metri quadri della pianta acquatica Poseidonia Oceanica dovranno essere letteralmente “spostati” dalla zona in cui si trovano – che è quella in cui verrà costruito il pontile – per essere fisicamente “piantati” altrove. Una decisione per la quale l’assessorato alla Difesa dell’Ambiente della Regione Sardegna non ha ravvisato alcun tipo di necessità di effettuare una valutazione d’impatto ambientale! A tutto ciò si aggiunga che l’arcipelago de La Maddalena non solo è un Parco nazionale, ma che l’area dove sono situate le installazioni militari ricade in un Sito di Interesse Comunitario (SIC). Per fermare questo scempio, che violerebbe la direttiva europea sulla tutela della flora marina 92/43/CEE, ho presentato alla Commissione europea un’istanza con la quale sollecito Bruxelles ad agire prima che sia troppo tardi. Per il bene della nostra Isola e per la salute e il futuro dell’ambiente.

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *