13599984_631685816993745_4403943824380288573_nL’EUROPA GARANTISCE AI SUOI CITTADINI ALTRI 18 MESI DI GLIFOSATO. UNA VITTORIA PER LE MULTINAZIONALI, L’ENNESIMO SCHIAFFO ALLA SALUTE DEI CITTADINI

Novità dall’Europa sul fronte glifosato, l’erbicida prodotto dalla multinazionale Monsanto, classificato dallo Iarc come “probabile cancerogeno” e largamente utilizzato dagli agricoltori degli Stati membri. Questa volta l’Ue ha deciso di prorogarne l’autorizzazione (in scadenza lo scorso 30 giugno) per altri 18 mesi. Una decisione presa dalla Commissione nella ancor più colpevole “indecisione” degli Stati membri che, chiamati ad esprimersi sul rinnovo, hanno giocato a nascondersi con astensioni e voti a favore del prolungamento della commercializzazione della sostanza. Il risultato di questo scaricabarile tutto europeo come sempre lo sconteranno i cittadini sulla loro pelle. Già, perché in tutto questo il parere ufficiale sulla sicurezza della sostanza chimica in questione deve ancora essere formulato dall’Agenzia europea delle sostanze chimiche. Che significa, seguendo una logica del tutto irragionevole, che intanto il glifosato può continuare a essere commercializzato… e che solo in un secondo momento potremo capire bene quale sia la sua portata nociva! Nel frattempo la Commissione, forse per mettersi al sicuro, ha formulato, tra le raccomandazioni fatte agli Stati membri, anche quella di “ridurre al minimo l’uso del glifosato” (che è un po’ come dire: “Compratelo, ma usatelo con cautela… non si sa mai!”). Basta essere dotati di buon senso per capire che i timori su questa sostanza non sono “infondati” come vogliono farci credere gli amici dei lobbisti a Bruxelles. Noi continueremo la nostra battaglia per difendere salute di cittadini e ambiente, ma stiamo ancora aspettando che ad occuparsene sia anche l’Europa!

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *