Ay1L’EUROPA DEI DIRITTI UMANI NON LASCI INCOMPIUTO IL LAVORO DEGLI ESPERTI CHE INDAGANO SULLA SCOMPARSA DEI 43 STUDENTI DI AYOTZINAPA

Ieri in Parlamento, nella Commissione per i Diritti umani (DROI), c’è stato uno scambio di opinioni con il Giei, il gruppo di esperti indipendenti che sta lavorando alla soluzione del caso sulla scomparsa dei 43 studenti messicani di Ayotzinapa. Dopo aver ricevuto due dei componenti del Giei personalmente, i tecnici hanno relazionato sul lavoro svolto fino ad adesso e sulle indagini ancora in corso nel contesto di un’Aula che ha manifestato loro pieno supporto, ma che allo stesso tempo ha espresso cautela rispetto alla vicenda, anche alla luce degli ottimi rapporti che Europa e Messico hanno ormai da anni. Personalmente, ho rinnovato anche pubblicamente in Commissione tutto il mio appoggio a queste persone che si sono impegnate – anche a costo esporsi ad attacchi mirati e personali da parte di chi non vuole si trovi la verità – mettendo a disposizione delle ricerche tutte le loro competenze. Il prossimo 30 Aprile il mandato degli esperti scadrà e verrà presentato un report finale in cui vedremo scritte le conclusioni sul caso. Il tempo però è poco e la “zona grigia”, a detta degli stessi tecnici che ho ricevuto qui a Bruxelles, è ancora troppo grande. Per questo, sarebbe forse necessario garantire al gruppo di ricerca una proroga del mandato e consentire loro di approfondire completamente gli aspetti principali del caso.

ay2Ma resta chiaro che questa scelta dipenda in buona parte – e legittimamente – anche dalla volontà del governo messicano. Intanto l’unica certezza è che L’Europa, sensibile sul tema dei diritti umani, vuole che sulla sorte dei 43 studenti scomparsi due anni fa in Messico si faccia finalmente luce. Vi terrò aggiornati su questo caso, che come sapete ho seguito fin dall’inizio e che continuerò a seguire. Chiediamo giustizia per i ragazzi messicani scomparsi, le loro famiglie hanno bisogno almeno di una tomba su cui piangerli!

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *