734715_551250091703985_8010408630267542054_nLA MADDALENA, TEATRO EX OPERA PIA: TEMPO SCADUTO PER L’OPERA INCOMPIUTA COSTRUITA CON SOLDI PUBBLICI.
CE LA FARANNO A TERMINARLA ENTRO IL 31 DICEMBRE 2015? …GIUDICATE VOI

Il 31 Dicembre 2015, alla Maddalena, non verrà inaugurato nessun teatro. Il 31 dicembre i cittadini sardi avranno chiaro ancora una volta in tutta la sua evidenza il modo inefficiente dei politicanti locali di amministrare la cosa pubblica e di gestire i fondi europei. Una vicenda iniziata sulla piccola isola nel 2007, con l’erogazione da parte dell’Ue di soldi per la costruzione di un teatro da ricavare da un edificio comprato dalla diocesi di Tempio Pausania.3799_551250558370605_3619922257150313173_n

Poi a maggio 2015, la richiesta dell’ UE del dettaglio dei soldi spesi visto che l’opera, DOPO 8 ANNI, è in alto mare, e la fissazione della data ultima per evitare alla Regione Sardegna la restituzione dell’intero importo: il 31 dicembre 2015 appunto. Data nella quale non succederà un bel niente!
Ma cosa resta della vicenda dell’Opera pia? Resta un’operazione costata 7 MILIONI DI EURO (di cui 5 provenienti dai fondi Por) che, pensate un po’, secondo gli amministratori locali avrebbe necessitato di un altro milione mezzo di euro per essere completata!
Resta un’apertura posticcia dell’opera fatta solo per scongiurare i controlli da parte dell’Ue. Resta la complicità della Regione Sardegna, sulle verifiche fatte nel corso degli anni, per evitare l’apertura di una procedura di infrazione da parte dell’Europa.

1157400_551251051703889_2200280932904437590_nRestano i 3 lotti di impianti scenici e arredamenti acquistati nel 2009 per il teatro, attualmente in deposito presso i negozi dove sono stati acquistati e probabilmente inutilizzabili, visto che nel frattempo le norme sulla sicurezza sono cambiate!
Ma soprattutto resta tutto lo sconforto dei cittadini della Maddalena, per i quali il 31 dicembre 2015 sarà l’ultimo giorno dell’ennesimo anno di fallimenti per la loro isola! _ con Fabio Columbano e tutti i ragazzi di La Maddalena.

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *