UNODIECIPOCHI GIORNI FA ANAS E REGIONE HANNO INAUGURATO LA RIAPERTURA DI UN TRATTO DELLA STRADA DELLA VERGOGNA, MA L’AVETE PERCORSA? NOI Sì, E DOPO QUALCHE CHILOMETRO GLI AMMORTIZZATORI DELLA MACCHINA ERANO DA BUTTARE!

L’Anas in Sardegna ha impiegato 8 anni per costruire “ben” 3 km di strada. Siamo andati a verificare di che entità fosse, questa volta, il capolavoro annunciato in pompa magna durante la conferenza stampa di giovedì scorso da Maninchedda (Assessore) e Valerio Mele (Capo compartimento Anas in Sardegna): gli ammortizzatori dell’automobile sono stati messi a dura prova per la presenza di dossi! Percorrendo il tratto si strada appena messo a nuovo infatti, quello che si può percepire, a parte i rattoppi messi qua e là sul manto stradale e i dislivelli, è il risultato di un lavoro che è stato carente non soltanto nella realizzazione ma soprattutto nella progettazione. DOV’E’ che la premiata ditta Regione-Anas ha voluto risparmiare? E soprattutto, PERCHE’? Questi signori che si riempiono la bocca di belle parole e che la scorsa settimana sono andati a prendersi i meriti a telecamere accese (Maninchedda, per citarne uno), questa strada l’hanno mai percorsa? La percorreranno mai? Lo chiedo perché in 8 anni da queste parti li abbiamo visti soltanto – guardacaso! – in vista delle elezioni.

UNDICIE proprio di miserabili operazioni pre-elettorali si parla, ora come allora. Il tutto con l’Anas compiacente, che coi suoi rattoppi costati ai sardi milioni di euro, da una parte si tiene buona la cittadinanza e dall’altra continua a essere parte integrante del circolino di Via Roma e dintorni. La statale della vergogna è vostra, perché la VERGOGNA siete voi.

Commenti Facebook

commenti

Rispondi

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *